Associazione Nazionale degli Urbanisti e dei Pianificatori Territoriali e Ambientali 

Membro fondatore dell l'ECTP-CEU (European Council of Spatial Planners - Conseil européen des urbanistes)

 

L’ASSURB è un’associazione di carattere nazionale costituita nel 1977 con l’obiettivo di rappresentare, promuovere e tutelare la professione dell’urbanista e del pianificatore territoriale e ambientale.


L’ASSURB ha conseguito il pieno riconoscimento dei titoli di studio e professionali degli urbanisti e dei pianificatori territoriali e ambientali.


L’ASSURB promuove iniziative di formazione, aggiornamento e qualifica professionali.


L’ASSURB promuove iniziative tese a sviluppare il dibattito sulle principali politiche comunitarie, nazionali, regionali e locali, sui temi che riguardano l’urbanistica e la pianificazione territoriale e ambientale.


L’ASSURB tutela la professione dell’urbanista e del pianificatore territoriale e ambientale.


L’ASSURB mantiene relazioni con tutte le istituzioni europee e nazionali, regionali e locali e con le varie associazioni di categoria che si occupano di questioni rilevanti per la professione dell’urbanista e del pianificatore territoriale e ambientale.

Valutazione attuale: 5 / 5

Star activeStar activeStar activeStar activeStar active
 

Addio a Pier Luigi Paolillo

 

 

 

Si è spento a 65 anni Pier Luigi Paolillo, uno dei più importanti urbanisti italiani.

 

Esperto di urbanistica, istrionico e preparatissimo, era noto in Valsassina per aver redatto il PGT – Piano di Governo del Territorio del Comune di Barzio. Un “post P.r.g.” che vincola il paese dell’Altopiano puntando sulla sostenibilità e con sole quattro aree di trasformazione urbana concesse (a Campiano, Campiano Nord, tra via Milano e la Provinciale e infine nell‘area ex cinema).

Netta anche la posizione di Paolillo a proposito della famosa battaglia della Coldogna, area salvata da una imponente operazione edilizia anche grazie al rigore dell’esperto urbanista. “Abbiamo salvato la collina verde della Coldogna” disse all’epoca il professore.

 

Grazie di tutto

 

 

 

 

Pier Luigi Paolillo (1951-2016) si diploma in Scultura nel 1973 all’Accademia di Belle arti di Brera a Milano e si laurea in Urbanistica nel 1979 presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia; entra nel 1985, per concorso libero, nel ruolo dei ricercatori di Urbanistica del Dipartimento di scienze del territorio del Politecnico di Milano dopo aver insegnato nei ruoli dei licei a partire dal 1975; viene incaricato di Topografia e cartografia nella Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali dell’Università degli Studi di Milano (1990/1991) e, successivamente, insegna Analisi di sistemi urbani (1991/1992) e Urbanistica (1992/1996) nella Facoltà di architettura del Politecnico di Milano, nonché Analisi della città e del territorio nel nuovo Corso di laurea in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale (1996/1998); nel 1992 entra nei ruoli dei professori associati per concorso nazionale del gruppo H142 (Progettazione urbanistica) e assume l’insegnamento di Urbanistica nell’Università degli Studi di Macerata; nel 1998 viene chiamato nel Politecnico di Milano dove, a partire dall’a.a. 1998/1999, insegna Pianificazione territoriale 1; nel 2001 entra nei ruoli dei professori ordinari per concorso del gruppo Icar/21 (Urbanistica) e viene chiamato nella Facoltà di Architettura e società del Politecnico di Milano dove, attualmente, tiene il Laboratorio di Urbanistica 3 e il corso integrato di Sostenibilità e valutazione ambientale nel CdS in Urbanistica, oltre al Laboratorio di Urbanistica del paesaggio nel CdS in Scienze dell’Architettura.

Si è inizialmente occupato di riuso urbano e territoriale, curando le rassegne documentarie Riuso urbano? Programmi progetti interventi pubblici(Comune di Milano, Rotonda della Besana, 1980), Gli interventi di riuso edilizio nelle città italiane (XX Mostra-Convegno di impiantistica e componentistica edilizia, Fiera di Milano, 1980), Riuso urbano? (Comune di Vicenza, Basilica palladiana, 1982); ha quindi operato fin dagli anni Ottanta nei progetti finalizzati Cnr Ipra e Raisa, affrontando in particolare i temi dell’analisi e pianificazione degli spazi agricoli e degli aspetti ambientali dei sistemi territoriali a valenza agroproduttiva; sta occupandosi ora di metodi e tecniche per la costruzione del piano.

È autore di molteplici strumenti a differenti scale tra cui la Variante generale del Piano intercomunale savonese, gli Indirizzi per le zone agro – forestali del Piano territoriale della Regione autonoma Friuli –Venezia Giulia, il Piano territoriale d’inquadramento della Regione Marche, il prototipo di Programma ecologico ambientale della Regione Lombardia, il progetto di Sportello Unico consortile per le attività produttive del Consorzio Area Alto Milanese, il Rapporto ambientale della Vas del Piano territoriale di coordinamento del Parco lombardo della Valle del Lambro; ha curato per l’Enea il capitolo «Suolo» della IV edizione della Relazione al Parlamento sullo stato dell’ambiente; ha fatto parte del comitato scientifico di Arpa Lombardia per la Relazione sullo stato dell’ambiente lombardo; nell’ultimo periodo s’è occupato del Rapporto ambientale della Vas del piano comunale di Sondrio, delle Varianti generali ai Piani territoriali di coordinamento dei Parchi lombardi delle Groane e della Valle del Lambro, del Piano di governo del territorio di Como e della Variante generale del Piano di governo del territorio di Cremona; è attualmente componente del consiglio di amministrazione di Éupolis Lombardia – Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione.

Ha curato, dal n. 1/1982 fino al 1992, la rubrica «Città e Territorio» del mensile di architettura, urbanistica e produzione edilizia Costruire; dal 1993 al 1996 ha diretto Urbanistica informazioni (bimestrale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica) e, dal 1988 al 1994, è stato redattore capo di Territorio (quadrimestrale del Dipartimento di Scienze del territorio del Politecnico di Milano); ha avviato nel 2014 e dirige (presso l’editore Mimesis, Milano) la collana Materiali di architettura e di urbanistica, sottoposta a Peer Reviewcon un comitato scientifico internazionale; dal 2016 è consigliere di amministrazione di Éupolis Lombardia, Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione di Regione Lombardia. Ha fondato e diretto nell’Università degli Studi di Macerata (1993 – 1998) il Laboratorio Luigi Piccinato di governo del territorio (organo scientifico ex Decreto rettorale 14 settembre 1993, n. 449); in questa Università ha fatto parte della Commissione didattica d’Ateneo (1996 – 1998) e gli è stata affidata la delega rettorale per le attività edilizie e i servizi tecnici (1994 – 1998). Nel Politecnico di Milano è stato membro della Commissione scientifica d’Ateneo (1990 – 1992) e del Consiglio scientifico del Centro per la grafica informatizzata (1992 – 1994); ha presieduto la Commissione d’Ateneo per le autorizzazioni a svolgere incarichi retribuiti da parte dei professori e ricercatori (2003 – 2011); ha presieduto il corso di laurea in Urbanistica (2007 – 2010); ha progettato, avviato e diretto il master di II livello in Ingegneria del suolo e delle acque (2002 – 2006) e il corso di perfezionamento in sistemi informativi e governo integrato del territorio (2006 – in corso).

È stato chiamato, fin dal 1982, nella funzione di Consulente penale ex art. 359 cpp per reati contro la pubblica amministrazione da numerose Procure della Repubblica presso i Tribunali (Bergamo, Brindisi, Caltanissetta, Castrovillari, Catanzaro, Lagonegro, Locri, Milano, Monza, Napoli, Palmi, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Verona). È autore di 170 pubblicazioni tra articoli, saggi e libri di tecnica urbanistica.

Joomla templates by a4joomla