• Urbanisti SS 1

    Stazione di Firenze
    Santa Maria Novella

    Un progetto promosso da Comune di Firenze, Grandi Stazioni S.p.A. e Fondazione Michelucci

  • Urbanisti SS 4
  • Urbanisti SS 2

    Assistenza Telefonica
    per gli associati

    Siamo a vostra completa disposizione per consulenze

  • Urbanisti SS 3

    Centro Direzionale
    di Napoli

    una complessa sistemazione urbana relativa ad una parte consistente della zona orientale della città di Napoli.

In evidenza

DDL Destinazione Italia - Aumentano lauree e diplomi che non obbligano a frequentare i corsi che abilitano al ruolo di Certificatore energetico / 2014

Col DDL Destinazione Italia, che ha sostituito il Regolamento sui requisiti professionali dei certificatori energetici di edifici (DPR 75/2013), cambiano i requisiti per diventare Certificatori energetici. A cambiare non è solo la durata dei corsi formativi (passata da 64 a 80 ore) ma soprattutto l'aumento delle lauree e dei diplomi (art. 2 D.P.R. 75/2013) che consentono di accedere alla professione senza sostenere un corso di formazione aggiuntivo.


Ecco le nuove lauree

  • ingegneria informatica;
  • ingegneria navale; 
  • pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
  • scienze e tecnologie della chimica industriale;
  • ingegneria aerospaziale e astronautica;
  • ingegneria biomedica;
  • ingegneria dell’automazione;
  • ingegneria delle telecomunicazioni;
  • ingegneria elettronica;

Sulla questione del mancato inserimento del laureato in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale era intervenuta da tempo ASSURB sia con uno specifico Dossier che con una segnalazione inviata al CESTEC SpA con nota prot. 027/2012 del 24 ottobre 2012 segnalando proprio l' "anomalia" e l'impossibilità di un laureato in pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale di accedere al sistema di accreditamento regionale pur avendo - nel caso in specie - superato un corso certificante.

ASSURB aveva inoltra già segnalato il problema anche per quanto rigurada la Regione Veneto, inviando un proprio contributo alla Regione Veneto (nota prot. 018/2012 del 07/06/2012)
Tale ultima modifica normativa determina un ulteriore riconoscimento del laureato in Pianificazione, territoriale, urbanistica e ambientale e della sua specificità di tecnico operante a 360° sulle tematiche territoriali ed ambientali.