• Laguna

    Pianificazione
    Ambientale

    Pianificazione e valutazione ambientale per contesti complessi come la Laguna Veneta.

  • Milano-Torino-Genova

    Pianificazione
    Regionale

    Analisi e programmazione delle aree d’influenza dei grandi centri regionali e sovraregionali.

  • Matera

    Pianificazione
    Urbanistica

    Pianificazione di quartieri urbani. Qui uno dei rioni di Matera nati negli anni cinquanta.

  • Imola

    Storia della città
    e del territorio

    La conoscenza e la consapevolezza della storia del territorio alla base della pianificazione.

Iscrizione

Competenze

Di seguito viene presentato un Indice ragionato di tutti i Documenti o gli Atti di carattere giuridico che hanno interessato la figura dell’Urbanista negli ultimi quarant’anni, da quando cioè si è costituita la Associazione Nazionale degli Urbanisti, successivamente ampliata con la dizione dei Pianificatori Territoriali e Ambientali (ASSURB). L’Associazione nasce dopo l’uscita dei primi laureati del Corso di Laurea in Urbanistica per tutelare la figura dell’urbanista e per far conoscere e divulgare la materia urbanistica. Ma appena entrati nel mondo del lavoro gli Ordini tradizionali di architetti ed ingegneri iniziano un contenzioso contro tale figura che, nella loro interpretazione, non poteva esercitare la libera professione in quanto non in possesso del relativo esame di stato. In effetti il legislatore quando aveva istituito il corso di laurea (1970) non aveva previsto anche questo tipo di prova per i nuovi laureati. Si era in un periodo storico in cui nell’agenda del politico la priorità era quella di eliminare gli Ordini, retaggio dell’epoca fascista, in applicazione delle regole europee della libera circolazione delle merci e delle persone. Purtroppo questo non è avvenuto e agli Ordini sono stati dati recentemente nuovi adempimenti obbligatori, come la formazione continua, proprio per continuare a tenerli in vita. Nonostante le varie leggi di liberalizzazione, per esempio quella che ha cancellato le tariffe minime, a favore del cittadino-consumatore. L’Ordine rimane così una anomalia nel campo delle professioni europee.

a cura di Daniele Rallo e Luca Rampado

Salta il testo introduttivo e vai subito all’elenco dei documenti.

Di seguito viene presentato un Indice ragionato di tutti i Documenti o gli Atti di carattere giuridico che hanno interessato la figura dell’Urbanista negli ultimi quarant’anni, da quando cioè si è costituita la Associazione Nazionale degli Urbanisti, successivamente ampliata con la dizione dei Pianificatori Territoriali e Ambientali (ASSURB). L’Associazione nasce dopo l’uscita dei primi laureati del Corso di Laurea in Urbanistica per tutelare la figura dell’urbanista e per far conoscere e divulgare la materia urbanistica. Ma appena entrati nel mondo del lavoro gli Ordini tradizionali di architetti ed ingegneri iniziano un contenzioso contro tale figura che, nella loro interpretazione, non poteva esercitare la libera professione in quanto non in possesso del relativo esame di stato. In effetti il legislatore quando aveva istituito il corso di laurea (1970) non aveva previsto anche questo tipo di prova per i nuovi laureati. Si era in un periodo storico in cui nell’agenda del politico la priorità era quella di eliminare gli Ordini, retaggio dell’epoca fascista, in applicazione delle regole europee della libera circolazione delle merci e delle persone. Purtroppo questo non è avvenuto e agli Ordini sono stati dati recentemente nuovi adempimenti obbligatori, come la formazione continua, proprio per continuare a tenerli in vita. Nonostante le varie leggi di liberalizzazione, per esempio quella che ha cancellato le tariffe minime, a favore del cittadino-consumatore. L’Ordine rimane così una anomalia nel campo delle professioni europee.

Leggi tutto

Master e specializzazioni

Master universitario di primo livello
Si può accedere al master di primo livello dopo la laurea (L): subito, oppure anche dopo diversi anni. Il master universitario di primo livello dura un (1) anno e vale 60 CFU.

Master universitario di secondo livello
Si può accedere al master di secondo livello dopo la laurea specialistica (LS) o magistrale (LM): permette di perfezionare la formazione e/o di acquisire ulteriori competenze utili nel mondo del lavoro; anche questo tipo di master universitario dura un (1) anno e vale 60 CFU.

Corso di specializzazione
I corsi di specializzazione possono essere istituiti esclusivamente in applicazione di specifiche norme di legge o direttive dell’Unione Europea. Per essere ammessi ad un corso di specializzazione occorre essere in possesso almeno della laurea triennale (L). Altri specifici requisiti d’ammissione, nonché gli eventuali crediti formativi universitari da aggiungere per l’ammissione, possono essere indicati dal Regolamento didattico del relativo corso di studio. Per conseguire il diploma di specializzazione bisogna acquisire un numero di crediti compreso tra 300 e 360, comprensivi di quelli già acquisiti e riconosciuti validi per l’ammissione al corso.

Dottorato di ricerca

Dopo la laurea specialistica (LS) o magistrale (LM) sono previsti dottorati di formazione alla ricerca, che hanno l’obbiettivo di fornire le competenze necessarie per esercitare presso università, enti pubblici o soggetti privati attività di ricerca di alta qualificazione. La durata minima dei dottorati è di tre (3) anni.

Corsi di Laurea

Laurea triennale - L
Si può accedere dopo aver ottenuto il diploma di scuola media superiore: ha una durata di tre (3) anni, durante i quali bisogna conseguire 180 Crediti formativi universitari (CFU) complessivi. La laurea (L) permette già di lavorare a 22 anni.

Laurea Magistrale - LM (ex LS Laurea Specialistica)
Laurea specialistica ora Laurea Magistrale dal 2004. Si può accedere solo dopo aver conseguito la laurea triennale (L); ha una durata di due (2) anni, durante i quali bisogna conseguire 120 CFU complessivi. Quindi, al termine della laurea specialistica, un laureato avrà conseguito 300 CFU. Infatti, di questi 180 sono i CFU conseguiti per la laurea triennale, a meno che non si scelga una specializzazione diversa da quella del corso di laurea, come per esempio un laureato triennale in Architettura che si vuole specializzare in Pianificazione territoriale. In questo caso sarà riconosciuta solo una parte dei 180 CFU.
 
Laurea Magistrale a Ciclo unico - Classi: Architettura europea, Farmacia, Odontoiatria e Veterinaria (che durano 5 anni) e Medicina e Chirurgia (che dura 6 anni). Per queste lauree non è previsto alcun titolo dopo i primi tre anni, ma solo al completamento del ciclo, con la laurea specialistica ora magistrale.

Bibliografia di riferimento - "Esame di Stato" - Ediz. Orienta - terza edizione 2018

Metodologia operativa - Normativa di riferimento


"Primo ed unico volume in Italia che tratta in maniera esaudiente dell’ESAME DI STATO DA PIANIFICATORE TERRITORIALE, indispensabile a chi dovrà cimentarsi con le 3 prove previste con le modalità d’iscrizione e le nuove competenze professionali Il volume è spendibile, per il suoi contenuti e per il suo approccio pragmatico, anche in sede di altri concorsi per la pubblica amministrazione. Il volume è organizzato in tre parti. La prima parte è articolata in due sezioni. La prima sezione ha una “funzione di servizio” e contiene tutte le informazioni utili sul funzionamento dell’esame di stato dalle modalità di iscrizione alla documentazione necessaria, al pagamento delle tasse sino al rilascio del certificato di abilitazione. La seconda sezione entra nel merito del quadro ordinamentale della professione e dei campi di attività, così come previsti dalla normativa vigente; del funzionamento dell’Ordine e della deontologia professionale. Argomenti, questi, della prova orale ma anche conoscenze indispensabili per il futuro esercizio della professione. A tal fine, il panorama copre, per completezza, anche il profilo del pianificatore iunior e il quadro associativo professionale. La seconda parte è articolata in due sezioni. Conclude il volume un repertorio dei temi assegnati alle prove pratiche e scritte nelle sedi di Milano e Roma dal 2008 ad oggi. Il volume, infine, mette a disposizione un CD con il repertorio dei principali testi legislativi in materia di governo del territorio. TEMI SVOLTI E COMMENTATI METODOLOGIA DI INTERVENTO NORMATIVA DI RIFERIMENTO".
da scheda editore on-line.