• Laguna

    Pianificazione
    Ambientale

    Pianificazione e valutazione ambientale per contesti complessi come la Laguna Veneta.

  • Milano-Torino-Genova

    Pianificazione
    Regionale

    Analisi e programmazione delle aree d’influenza dei grandi centri regionali e sovraregionali.

  • Matera

    Pianificazione
    Urbanistica

    Pianificazione di quartieri urbani. Qui uno dei rioni di Matera nati negli anni cinquanta.

  • Imola

    Storia della città
    e del territorio

    La conoscenza e la consapevolezza della storia del territorio alla base della pianificazione.

URBANISTICA E RISERVE

Legge Regione Piemonte n. 3 del 25/03/2013 Modifiche alla legge regionale 5 dicembre 1977, n. 56 Tutela ed uso del suolo in materia di urbanistica ed edilizia

Il testo della nuova legge, che modifica la cd legge Astengo, rappresenta una riforma molto importante, soprattutto dal punto di vista della sburocratizzazione della macchina regionale. Importante la nuova definizione dell'articolo 76 che introduce, a fianco dei tecnici - laureati in urbanistica, architettura ed ingegneria ante DPR 328/01 - ai quali affidare gli incarichi di progettazione, anche i laureati in possesso di laurea magistrale - nuovo ordinamento classi 54S e 48LM - in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale. Non presenti i laureati magistrali in architettura e ingegneria.

Leggi tutto

D.M n° 259- 09.05.2017 - Revisione e aggiornamento tipologia delle classi di concorso ai ruoli di personale docente nella scuola secondaria di I° e II°grado / 2017

A seguito di Azione da parte di Assurb (Comunicazione Prot. n° 01/2017) al MIUR, con il Decreto Ministeriale n. 259 del 9 maggio 2017, si dispone la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado, come previste dal decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19, contenente disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento.
Adesso ai laureati in Urbanistica, Pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale vecchio e nuovo ordinamento potranno accedere all'insegnamento delle nuove materie che passano da 1 (Educazione tecnica) a 4.

2015 / Parere su competenze di Certificazione Energetica dell'Urbanista - Pianificatore Territoriale e Ambientale

Parere Ordine APPC sulla professione di Certificatore Energetico


E' stato espresso un importante Parere sulla professione del Certificatore Energetico anche per i laureati Pianificatori Territoriali iscritti all'Albo APPC nella Sezione A Settore Pianificatori. L'Ufficio OnLine del Consiglio dell'Ordine di Roma e Provincia in risposta ad una collega urbanista che aveva posto la questione così si esprime: " [.... ] Tra tali titoli di studio (per esercitare la professione di certificatore energetico) figurano la classe di laurea magistrale LM-48 e di laurea specialistica 54S in Pianificazione Territoriale, Urbanistica ed Ambientale, che entrano a far parte dei titoli di studio che costituiscono requisiti sufficienti, previa iscrizione a determinati Ordini Professionali (tra cui l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori),  per poter effettuare l’attività di Certificatore Energetico".
I laureati Pianificatori Territoriali iscritti all'Albo APPC nella Sezione A Settore Pianificatori sono certificatori energetici senza obbligo di corso.

Competenze. La normativa chiarisce definitivamente cosa sono i Progetti di trasformazione urbana [complessi]

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 12/09/2014, n. 212, del D.L. 12/09/2014, n. 133, recante “Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive” (cosiddetto decreto “sblocca Italia”) si è definitivamente chiarito cosa si debba intendere per “Interventi (e relativi progetti) di trasformazione urbana complessi”.

In particolare l’art. 17 c. 1 lett. g) n. 2 integra il c. 2bis dell'art. 16 del T.U. edilizia (D.P.R. n° 380/01) precisando che gli interventi di trasformazione urbana "complessi" sono [anche] quelli di cui dall'allegato IV alla Parte Seconda, numeri 7 e 8, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (1)

Leggi tutto