• Home
  • Laguna

    Pianificazione
    Ambientale

    Pianificazione e valutazione ambientale per contesti complessi come la Laguna Veneta.

  • Milano-Torino-Genova

    Pianificazione
    Regionale

    Analisi e programmazione delle aree d’influenza dei grandi centri regionali e sovraregionali.

  • Matera

    Pianificazione
    Urbanistica

    Pianificazione di quartieri urbani. Qui uno dei rioni di Matera nati negli anni cinquanta.

  • Imola

    Storia della città
    e del territorio

    La conoscenza e la consapevolezza della storia del territorio alla base della pianificazione.

Iscrizione

Il Piano Paesistico Regionale (PPR) del Friuli Venezia Giulia – Commento alle norme tecniche di attuazione

di Daniele Rallo*, con postfazione di Sandro Fabbro**

Introduzione

Il Piano paesaggistico della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è stato approvato con Decreto del Presidente della Regione del 24 aprile 2018, n. 0111/Pres e pubblicato sul Supplemento ordinario n. 25 del 9 maggio 2018 al Bollettino Ufficiale della Regione n. 19 del 9 maggio 2018. È efficace dal 10 maggio 2018.

La Regione Friuli Venezia Giulia si è posta con questa approvazione alla avanguardia delle regioni italiane. La prima è risultata la Sardegna (2006, Governatore Renato Soru, Comitato scientifico coordinato da Edoardo Salzano) con un piano stralcio che riguardava solamente i comuni della costa ma che di fatto ora viene seguito da tutti gli enti locali. I comuni devono infatti rifare la loro strumentazione urbanistica, mediamente degli anni ’70-80 (in parecchi casi è vigente ancora il Piano di Fabbricazione) “in adeguamento al PPR e al Piano di Assetto Idrogeologico PAI.

Leggi tutto

Provincia di Belluno cerca un/a pianificatore/trice-urbanista

Belluno, 29 aprile 2021. Un avviso pubblico per il conferimento di un contratto triennale — rinnovabile di altri due — per professionisti “abilitati alla professione di pianificatori urbanisti iscritti alla sezione A dell’OAPPC”.  Scadenza: 10 maggio 2021.  Sebbene le maglie degli altri requisiti specificati nell’avviso, oltre a quello della qualifica professionale, siano molto stretti, il fatto di richiedere esplicitamente un urbanista/pianificatore certifica ancora una volta che la nostra professionalità specifica è sempre più riconosciuta e richiesta.  Si tratta di un “avviso pubblico per indagine esplorativa” per una manifestazione d’interesse su modulo allegato. L’oggetto dell’incarico è il supporto del RUP — responsabile unico di procedimento — del Servizio Pianificazione Urbanistica dell’amministrazione provinciale, con una varietà di ambiti applicati, specificati nel testo dell’avviso e nel “foglio condizioni”.  Link e materiale da scaricare:  Avviso; Foglio condizioni; Modulo per l’espressione d’interesse; Determina dirigenziale; Pagina dedicata sul sito web istituzionale.

Belluno, 29 aprile 2021. Un avviso pubblico per il conferimento di un contratto triennale — rinnovabile di altri due — per professionisti “abilitati alla professione di pianificatori urbanisti iscritti alla sezione A dell’OAPPC”.

Scadenza: 10 maggio 2021.

Sebbene le maglie degli altri requisiti specificati nell’avviso, oltre a quello della qualifica professionale, siano molto stretti, il fatto di richiedere esplicitamente un urbanista/pianificatore certifica ancora una volta che la nostra professionalità specifica è sempre più riconosciuta e richiesta.

Leggi tutto

Elezioni OAPPC Venezia – Vota Andrea Rumor!

Venezia, 21 aprile 2021. Quest’anno vengono rinnovati i consigli degli ordini territoriali degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori. Alcuni sono già stati rinnovati, per altri le elezioni sono imminenti, per altri ancora l’appuntamento è un po’ più in là nel tempo. Venezia vota tra pochi giorni — il 23 e il 24 aprile (venerdì e sabato) — in prima votazione. Dato che quest’anno il voto è online, è da aspettarsi che il quorum (un terzo degli aventi diritto) venga raggiunto subito alla prima votazione. In passato era frequente che le elezioni fossero valide solo al termine della terza votazione, quando non è più richiesto alcun quorum.  L’ASSURB veneziana appoggia la candidatura di Andrea Rumor, 59 anni, laureato in urbanistica e attualmente direttore tecnico di una società a partecipazione interamente pubblica. Andrea Rumor è l’unico pianificatore candidato a Venezia e, conoscendolo, abbiamo la certezza che — se eletto — saprà rappresentare impeccabilmente gli interessi degli urbanisti e dei pianificatori territoriali e ambientali nell’Ordine APPC, anche sotto forma di collaborazione organica tra Ordine e ASSURB, della quale è anche stato segretario generale.  Così come abbiamo ricevuto la segnalazione della candidatura di Andrea Rumor a Venezia, ci aspettiamo di ricevere molte altre segnalazioni dalle tante realtà territoriali che devono ancora andare al voto. L’ASSURB invita inoltre i propri soci e sostenitori a candidarsi al proprio consiglio territoriale. Cercheremo di sostenere i colleghi candidati attraverso i nostri canali social e attraverso le nostre comunicazioni interne.

Aggiornamento: nel corso della prima votazione non è stato raggiunto il quorum, per cui si vota di nuovo il 26-27-28-29 aprile 2021. Anche chi ha già votato deve votare di nuovo!

Venezia, 21 aprile 2021. Quest’anno vengono rinnovati i consigli degli ordini territoriali degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori. Alcuni sono già stati rinnovati, per altri le elezioni sono imminenti, per altri ancora l’appuntamento è un po’ più in là nel tempo. Venezia vota tra pochi giorni — il 23 e il 24 aprile (venerdì e sabato) — in prima votazione. Dato che quest’anno il voto è online, è da aspettarsi che il quorum (un terzo degli aventi diritto) venga raggiunto subito alla prima votazione. In passato era frequente che le elezioni fossero valide solo al termine della terza votazione, quando non è più richiesto alcun quorum.

Leggi tutto

Pubblicato bando dello Young Planners Workshop 2021

Bruxelles, 24 marzo 2021. È stato pubblicato il bando per l’edizione 2021 dello Young Planners Workshop, l’annuale iniziativa del Consiglio europeo degli urbanisti (ECTP-CEU) per la valorizzazione del lavoro e della capacità di elaborazione dei giovani pianificatori. Scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione: 29 aprile 2021.  L’ECTP-CEU è la federazione europea delle associazioni di urbanisti e pianificatori territoriali, paesaggistici e ambientali, costituita ad Amsterdam l’8 novembre 1985 — nella Giornata Mondiale dell’Urbanistica — dall’ASSURB assieme ad altre sei associazioni nazionali. Oggi l’ECTP-CEU ha 23 membri effettivi e 6 membri associati.  Il tema del workshop di quest’anno si basa sull’iniziativa lanciata da Ursula von der Leyen (Presidente della Commissione Europea) chiamata New European Bauhaus (NEB), che mira a un approccio olistico al nostro ambiente costruito, cercando di combinare design, sostenibilità, accessibilità, convenienza e investimenti per contribuire all’attuazione del Green Deal Europeo e, allo stesso tempo, rafforzare i valori economici, sociali, ambientali e culturali.  Questa iniziativa è ancorata ai valori condivisi di sostenibilità, estetica e inclusione, perché — come ha affermato la Presidente della Commissione Europea — rispetto “all’onda di rinnovamento urbano portata da Next Generation EU, non è solo un progetto ambientale o economico, deve essere anche un nuovo progetto culturale per l’Europa”.  I progetti “Young Planners” selezionati nel 2021 saranno presentati all’Assemblea Generale dell’ECTP-CEU nell’ottobre 2021 ad Atene (condizioni pandemiche permettendo) e saranno pubblicati in un e-book.  Link e materiale da scaricare:  Bando (pubblicato solo in lingua inglese) Sito Internet dell’ECTP-CEU con il bando in prima pagina

Bruxelles, 24 marzo 2021. È stato pubblicato il bando per l’edizione 2021 dello Young Planners Workshop, l’annuale iniziativa del Consiglio europeo degli urbanisti (ECTP-CEU) per la valorizzazione del lavoro e della capacità di elaborazione dei giovani pianificatori. Scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è il 29 aprile 2021L’ECTP-CEU è la federazione europea delle associazioni di urbanisti e pianificatori territoriali, paesaggistici e ambientali, costituita ad Amsterdam l’8 novembre 1985 — nella Giornata Mondiale dell’Urbanistica — dall’ASSURB assieme ad altre sei associazioni nazionali. Oggi l’ECTP-CEU ha 23 membri effettivi e 6 membri associati.

Leggi tutto

Bonavero e Cassatella, “Il pianificatore territoriale in Italia”

In Italia purtroppo non si sa con certezza quanti siano i pianificatori territoriali e che cosa effettivamente facciano. Non esiste un registro centrale dei laureati in urbanistica e pianificazione territoriale e ambientale, né esiste un registro di coloro che, in un modo o nell’altro, svolgono la nostra professione, che è molto variegata per formazione e per campi di applicazione. Spesso si sono fatte delle stime, basandosi su una varietà di fonti a disposizione, ma che in genere non restituiscono un’immagine davvero corretta della situazione italiana. In altri paesi le cose sono più semplici.  Per questo può essere utile ricordare come, in Italia, operano nel ruolo di pianificatori — di diritto in alcuni settori — anche dottori agronomi e forestali e architetti del paesaggio, così come — di fatto, perché dopo il DPR 328/2001 non sarebbe più possibile — gli architetti, anche se con laurea nuovo ordinamento e anche se privi di esame di Stato in pianificazione territoriale. Per contro, i laureati in urbanistica — vecchio ordinamento quinquennale e quadriennale e nuovo ordinamento triennale e specialistica/magistrale — operano in una varietà di settori, anche distanti dalla classica attività di elaborazione di piani urbanistici e territoriali, ma non per questo estranei alla disciplina dell’urbanistica e della pianificazione territoriale, ambientale e paesaggistica. Basti citare, a mero ma significativo titolo d’esempio, il settore del real estate, dove trovano occupazione soprattutto molti laureati triennali del nuovo ordinamento.  In questo panorama, con interessanti considerazioni e dati up to date, si inserisce l’articolo di Federica Bonavero, PhD e assegnista di ricerca presso il DIST (Dipartimento interateneo di scienze, progetto e politiche del territorio) del Politecnico di Torino, e Claudia Cassatella, professore associata di urbanistica, sempre presso il DIST del Politecnico di Torino. Il contributo, dal titolo “Il Pianificatore territoriale in Italia: alcuni dati su formazione e professione in una prospettiva internazionale”, è pubblicato con licenza creative commons (licenza libera e gratuita) sulla rivista online TRIA – Territorio della ricerca su insediamenti e ambiente dell’Università Federico II di Napoli. Ne consigliamo la lettura.  Link e materiale da scaricare:  Rivista TRIA Articolo online Articolo come file PDF Claudia Cassatella Federica Bonavero DIST – Politecnico di Torino

In Italia purtroppo non si sa con certezza quanti siano i pianificatori territoriali e che cosa effettivamente facciano. Non esiste un registro centrale dei laureati in urbanistica e pianificazione territoriale e ambientale, né esiste un registro di coloro che, in un modo o nell’altro, svolgono la nostra professione, che è molto variegata per formazione e per campi di applicazione. Spesso si sono fatte delle stime, basandosi su una varietà di fonti a disposizione, ma che in genere non restituiscono un’immagine davvero corretta della situazione italiana. In altri paesi le cose sono più semplici.

Leggi tutto

Altri articoli...