• Home
  • Laguna

    Pianificazione
    Ambientale

    Pianificazione e valutazione ambientale per contesti complessi come la Laguna Veneta.

  • Milano-Torino-Genova

    Pianificazione
    Regionale

    Analisi e programmazione delle aree d’influenza dei grandi centri regionali e sovraregionali.

  • Matera

    Pianificazione
    Urbanistica

    Pianificazione di quartieri urbani. Qui uno dei rioni di Matera nati negli anni cinquanta.

  • Imola

    Storia della città
    e del territorio

    La conoscenza e la consapevolezza della storia del territorio alla base della pianificazione.

Iscrizione

Comune di Monte San Pietro BO – Revoca

Do you remember?  Comune di Monte San Pietro BO —  L'avviso per una consulenza a titolo gratuito...  Com’è andata a finire?  Ebbene, su pressione dell’ASSURB, assieme al SINURB e con l’azione conseguente degli Ordini degli Ingegneri e degli APPC di Bologna, il Comune ha revocato l’avviso in questione, in data 3 dicembre 2020. Oggi, 14 dicembre 2020, il Comune ci ha informato del fatto via PEC.  Resta però l'amaro in bocca perché il Comune, nella determina di revoca, non si è dimostrato dispiaciuto per l'accaduto ma, anzi, ribadiva il suo diritto, in base a recente giurisprudenza amministrativa, a richiedere e a conferire incarichi a titolo gratuito, ignorando invece del tutto la questione della dignità e del rispetto per il lavoro dei professionisti, sancito peraltro dall’articolo 36 della Costituzione italiana.  Documenti scaricabili:  ASSURB – Lettera di diffida del 25 novembre 2020 Comune di Monte San Pietro BO – Determinazione del 19 novembre 2020 Comune di Monte San Pietro BO – Avviso del 19 novembre 2020 TAR del Lazio – Sentenza n. 11411 del 30 settembre 2019 SINURB – Lettera di diffida del 25 novembre 2020  Ordini degli Ingegneri e degli APPC di Bologna – Lettera di diffida del 1º dicembre 2020 Comune di Monte San Pietro BO – Determinazione di revoca del 3 dicembre 2020

Do you remember?  Comune di Monte San Pietro BO — L'avviso per una consulenza a titolo gratuito...

Com’è andata a finire?

Ebbene, su pressione dell’ASSURB, assieme al SINURB e con l’azione conseguente degli Ordini degli Ingegneri e degli APPC di Bologna, il Comune ha revocato l’avviso in questione, in data 3 dicembre 2020. Oggi, 14 dicembre 2020, il Comune ci ha informato del fatto via PEC.

Leggi tutto

Comune di Monte San Pietro BO – Diffida

19 novembre 2020. L’amministrazione comunale di Monte San Pietro in Provincia (Città metropolitana) di Bologna pubblica un avviso per manifestazioni d’interesse per un conferimento di un incarico in materia di pianificazione territoriale, che “avrà durata fino al giugno 2021 o data successiva di effettiva conclusione dei lavori di redazione del PUG”. In Emilia-Romagna, il PUG è il Piano Urbanistico Generale, comunale o intercomunale. Il problema è che l’incarico non prevede alcuna forma di compenso professionale!  24 novembre 2020. Veniamo a conoscenza della questione e, assieme ai colleghi e alle colleghe del SINURB, decidiamo di intervenire immediatamente con una diffida. Nella determinazione della dirigente del Settore Gestione del territorio si legge che il Comune — un comune di 11.000 abitanti che ha già avviato la redazione del PUG intercomunale con due comuni limitrofi, istituendo tra l’altro a tale scopo un comune Ufficio di piano al servzio di un territorio di complessivi 61.000 abitanti — non disporrebbe di sufficienti risorse finanziarie per coprire la spesa relativa ai compensi professionali necessari. Sempre nella determinazione della dirigente si legge che si è  ritenuto pertanto utile esplorare la possibilità di […] un incarico a titolo gratuito, tenendo conto degli ultimi orientamenti interpretativi della giurisprudenza amministrativa che per casi specifici hanno ritenuto ammissibile tali incarichi (vedasi da ultimo TAR Lazio 30 settembre 2019, n. 11411 che non contempla un divieto per le Pubbliche Amministrazioni di conferire incarichi professionali a titolo gratuito, in particolare se si tratta di consulenza a carattere eventuale ed occasionale, mentre il professionista ottiene vantaggi curriculari e di crescita professionale)  Riteniamo che questi ultimi orientamenti della giurisprudenza amministrativa — o il combinato disposto normativo che ne sta a monte — siano a dir poco scandalosi e contrari a qualunque etica di una società che si definisce fondata sul lavoro. La gratuità di una prestazione professionale può essere decisa solo ed esclusivamente dal professionista in base a valutazioni di tipo filantropico, ma è inammissibile che un committente lo pretenda e, inoltre, dica anche “fa curriculum”. E, infatti, le norme deontologiche attualmente in vigore per i pianificatori territoriali iscritti all'Ordine APPC lo vietano classificandolo come concorrenza sleale e, pertanto, grave illecito deontologico.  25 novembre 2020. ASSURB e SINURB hanno informato del fatto i propri iscritti e hanno mandato, via PEC, le proprie lettere di diffida che, a causa della citata sentenza del TAR del Lazio, non poteva che essere rivolta ai nostri colleghi e alle nostre colleghe, chiedendo esplicitamente il rispetto delle norme deontologiche chiamate in causa, disertando il bando in questione. Nelle medesime lettere si invita, inoltre, l’amministrazione comunale di Monte San Pietro di ritirare l’avviso e di sostituirlo con un altro avviso con la previsione di un giusto compenso professionale. Vengono infine invitati il CNAPPC e tutti gli Ordini APPC provinciali — e in particolare quello di Bologna — a intervenire a loro volta con analoghe lettere di diffida.

19 novembre 2020. L’amministrazione comunale di Monte San Pietro in Provincia (Città metropolitana) di Bologna pubblica un avviso per manifestazioni d’interesse per un conferimento di un incarico in materia di pianificazione territoriale, che “avrà durata fino al giugno 2021 o data successiva di effettiva conclusione dei lavori di redazione del PUG”. In Emilia-Romagna, il PUG è il Piano Urbanistico Generale, comunale o intercomunale. Il problema è che l’incarico non prevede alcuna forma di compenso professionale!

24 novembre 2020. Veniamo a conoscenza della questione e, assieme ai colleghi e alle colleghe del SINURB, decidiamo di intervenire immediatamente con una diffida. Nella determinazione della dirigente del Settore Gestione del territorio si legge che il Comune — un comune di 11.000 abitanti che ha già avviato la redazione del PUG intercomunale con due comuni limitrofi, istituendo tra l’altro a tale scopo un comune Ufficio di piano al servzio di un territorio di complessivi 61.000 abitanti — non disporrebbe di sufficienti risorse finanziarie per coprire la spesa relativa ai compensi professionali necessari. Sempre nella determinazione della dirigente si legge che si è

Leggi tutto

Giornata Mondiale dell’Urbanistica 2020

Oggi, 8 novembre 2020, è la 71ª Giornata Mondiale dell’Urbanistica.  Il suo ideatore è Carlos Maria della Paolera (1890-1960), professore dell’Università di Buenos Aires in Argentina e primo laureato sudamericano, nel 1928, presso l’allora Istituto di Urbanistica dell’Università di Parigi, oggi, dopo la fusione cinque anni fa con l’Istituto francese di urbanistica, École d’urbanisme de Paris (EUP).  Conosciuta internazionalmente soprattutto nella dizione inglese World Town Planning Day (WTPD), è riconosciuta da molte organizzazioni di urbanistici e pianificatori territoriali e ambientali come giornata durante la quale rafforzare il senso di appartenenza alla comune professione e scambiarsi idee, proposte, esperienze e conoscenze nell’ambito di articoli, discussioni, convegni e conferenze.  La giornata è particolarmente sentita e vissuta in Sudamerica e nei paesi anglofoni. In diversi stati è formalmente adottata come giornata commemorativa. ISOCARP (International Society of City and Regional Planners), RTPI (Royal Town Planning Institute), APA (American Planning Association) e altri organizzano ogni anno eventi specifici. E proprio in queste ore prende il via il 56º World Planning Congress dell’ISOCARP. Vista la situazione sanitaria, è completamente online e si articola lungo un arco di quattro mesi, con due o tre eventi per mese (8-9-10 novembre, 9-10 dicembre, 12-13 gennaio e 2-3-4 febbraio). Per partecipare:  https://doha2020.isocarp.org/programme

Oggi, 8 novembre 2020, è la 71ª Giornata Mondiale dell’Urbanistica.

Il suo ideatore è Carlos Maria della Paolera (1890-1960), professore dell’Università di Buenos Aires in Argentina e primo laureato sudamericano, nel 1928, presso l’allora Istituto di Urbanistica dell’Università di Parigi, oggi, dopo la fusione cinque anni fa con l’Istituto francese di urbanistica, École d’urbanisme de Paris (EUP).

Conosciuta internazionalmente soprattutto nella dizione inglese World Town Planning Day (WTPD), è riconosciuta da molte organizzazioni di urbanisti e pianificatori territoriali e ambientali come giornata durante la quale rafforzare il senso di appartenenza alla comune professione e scambiarsi idee, proposte, esperienze e conoscenze nell’ambito di articoli, discussioni, convegni e conferenze.

Leggi tutto

Pontassieve FI – Manifestazione d’interesse

Pontassieve FI, 16 ottobre 2020. Pochi giorni fa, l’amministrazione comunale di Pontassieve, nella Città metropolitana di Firenze, ha pubblicato un avviso esplorativo per manifestazione d’interesse per incarichi professionali di supporto in materia di pianificazione attuativa, che l’ASSURB giudica innovativo per come circoscrive le caratteristiche dei/delle candidati/e.  Pone in primo piano la formazione dei/delle professionisti/e da selezionare, senza ricorrere a richiami impliciti o espliciti al sistema delle equipollenze ai fini dei concorsi pubblici (DM MURST 11.5.2000 e altri), che erano molto utili ai nostri colleghi nel momento storico in cui vennero definite, ma che rappresentano comunque una forzatura rispetto a procedure di selezione delle effettive capacità professionali da mettere al servizio della pubblica amministrazione.

Leggi tutto

Cinquantenario del DPR 1009/1970

Il 14 ottobre 1970 veniva sottoscritto dall’allora Presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat, il decreto n. 1009, che dava all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (oggi Università Iuav di Venezia) la possibilità di istituire il Corso di laurea in Urbanistica, il primo in Italia.  Su meno di una pagina e mezza della Gazzetta Ufficiale — compreso l’allegato con l’elenco delle materie — nasceva così formalmente nel nostro paese la professione di Urbanista.  Altre università sono seguite: Reggio Calabria nel 1974, Bari nel 1989 e poi tutte le altre.  È certamente una data e una ricorrenza da festeggiare.  Ma noi urbanisti — dal 2001 formalmente “pianificatori territoriali” — siamo anche molto preoccupati in questo cinquantenario dell’istituzione del nostro primo corso di laurea.  Siamo preoccupati perché il Consiglio nazionale dell’Ordine professionale che dovrebbe essere casa nostra e tutelare la nostra professione — l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori — sta portando avanti, pare con molta determinazione, un progetto di “riforma” (si veda il nostro articolo sull’argomento) che prevede addirittura l’abolizione della nostra professione e, con spirito belligerante tra professioni, l’usurpazione delle relative competenze da parte degli architetti.  È un’idea anacronistica, antistorica e contraria a tutto il dibattito scientifico-disciplinare in atto in Europa e nel mondo, che porterebbe le lancette dell’orologio indietro agli anni venti del secolo scorso.  Qui un documento storico straordinario della RAI del 1971, alla vigilia dell’effettiva attivazione dei corsi:  https://player.vimeo.com/video/113009751  Scarica il testo del decreto in PDF.

Il 14 ottobre 1970 veniva sottoscritto dall’allora Presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat, il decreto n. 1009, che dava all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (oggi Università Iuav di Venezia) la possibilità di istituire il Corso di laurea in Urbanistica, il primo in Italia.  Su meno di una pagina e mezza della Gazzetta Ufficiale — compreso l’allegato con l’elenco delle materie — nasceva così formalmente nel nostro paese la professione di Urbanista.  Altre università sono seguite: Reggio Calabria nel 1974, Bari nel 1989 e poi tutte le altre.

Leggi tutto

Altri articoli...